PRESS

 

 

ROCKIT.IT

“Un lavoro che si colloca nel solco di quella scuola che ha come capofila Billy Bragg e come discepoli Tim Vantol e Frank Turner, che strizza l’occhio a sonorità che spaziano dagli Smiths ai Mumford and Sons, in una chiave originale e autentica mescolata alla sua personale attitudine punk.”

Recensione completa Rockit

The Frontrow

-Midwest ep-

“Midwest, il fuoco emozionale che non si spegne” “Una predisposizione che colpisce per sincerità e stato d’animo.”

Leggi L’articolo

SCREAMORE

“Give Vent, all’anagrafe Marcello Donadelli, è tante schitarrate folk punk e un sacco di emozione, non a caso il suo Days Like Years esce per diNotte Records, i veri sultans of sentiment italiani.”

ANTEPRIMA CARAMELLE ACUSTICHE

LIVE REPORT ROCKAMBULA

“La sua capacità di scrivere canzoni, creare melodie sublimi senza troppe note, senza bisogno di decorare il tutto con arrangiamenti eccessivi, è la sua forza e da questo live acustico, i pezzi spogliati completamente rivelano la loro nuda bellezza.”

Live report Rockambula

Indiepercui

-Midwest EP-
“Punk tascabile in formato acustico che regala immagini di tempi andati a ricoprire adolescenze da telefilm anni ’90 in continua evoluzione e amore a dismisura”

Recensione

AI AM TRABOLMEICHER

“Nel disco c’è tutto, dall’emo dei Get Up Kids, al folk di Frank Turner, ma c’è anche molto di originale ed è sicuramente la parte migliore, quella che ti spinge a mettere su il disco a ripetizione”

Articolo

INDIEPERCUI

“…tra concentrati d’autore e sottili perdizioni dell’animo umano in un disco che trasforma il colorato in un bianco e nero nostalgico e sincero.”

Recensione completa Indiepercui

FUCK THE GLORY DAYS

“Give Vent rifugge i demoni delle apparenze, le pose social da like, le inerzie esistenziali, prende la sua urgenza e se la allaccia in vita. Ci mette il cuore, la faccia, la voce aspra e prende il largo, a grandi bracciate.”

Recensione completa FTGD

AUDIOFOLLIA

“l’album non fa una piega: vocalità assolutamente calzante e disinvoltura assoluta dal punto di vista strumentale, anche se non abbiamo a che fare con particolari virtuosismi, anzi si gioca abbastanza sulla semplicità, dove a farla da padrone è sicuramente la chitarra e…le viscere!”

Recensione completa Audiofollia

MUSIC MAP

“Chiarissima, fin dalle prime note, è l’influenza esercitata da artisti come gli Smiths, di Kristian Matsson alias The Tallest Man On Earth, o di Billy Bragg su Donadelli, ma accanto a tutto ciò si colloca anche la tradizionale attitudine punk dell’artista.”

Recensione completa Music Map

RADIOCOOP

“Stile minimale e ruvido, spesso al confine del lo fi, che incrocia una matrice folk con suoni e un approccio più crudo. Album diretto e spartano, interessante e promosso a pieni voti.”

Recensione completa Radiocoop